mercoledì 1 febbraio 2012

Correre, correre, correre!

Nevica, il treno è in ritardo, c'é agitazione nell'aria, siamo tutti nervosi. Come si fa, dobbiamo andare, andare, andare, veloci, con gli occhi socchiusi, il naso tappato. Dobbiamo andare a lavoro, il capo ci aspetta, i colleghi sbuffano per il nostro ritardo, poi...



... poi apriamo gli occhi e scopriamo che fuori c'é un panorama stupendo e che, in fondo, il lavoro può aspettare. Torna la calma, siamo tutti in ritardo, il mondo continuerà ad andare avanti anche senza di noi.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog