venerdì 5 giugno 2009

Il prato

Io per lavoro viaggio, tuttavia, vi posso assicurare che si apprezzano molte più cose, suoni ed emozioni rimanendo immobili in un prato. Immobili nel proprio silenzio.
Qualche giorno fa ho provato a meditare, ma quanti pensieri mi sono scorsi in testa, quante immagini. Allora ho provato a concentrarmi sul mio respiro e i pensieri si sono leggermente diradati. Risultato: forse è meglio che qualcuno mi insegni a meditare! ;-)

Tutto scorre, tutto è in continuo movimento.
Niente è! Tutto và!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cerca nel blog